La nostra azienda è regolarmente aperta come previsto dal DPCM. Per informazioni contattateci al numero 03621621214
»
»


Rivestire un Letto: quale materiale scegliere


Consigli per arredare la Camera da Letto: Rivestire un Letto: quale materiale scegliere Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in pelle Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in ecopelle Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in velluto Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in microfibra


Rivestire un Letto: quale materiale scegliere

Al giorno d'oggi rivestire un letto costituisce senza dubbio un'operazione molto comune soprattutto per chi possiede da diversi anni tale oggetto.

Il rivestimento del letto infatti generalmente viene fatto quando quest'ultimo è piuttosto datato e ha perso e il fascino di un tempo.

Utilizzando un rivestimento invece si potrà dare una nuova vita a tale mobile conferendogli un aspetto esteticamente più gradevole. Rivestire un letto inoltre può essere utile anche quando quest'ultimo è molto spoglio e semplice.
 

Come rivestire un letto usando la pelle

La scelta del materiale rappresenta sicuramente una delle operazioni più importanti quando si deve rivestire un letto. In commercio oggigiorno ci sono tantissimi letti su misura tra cui poter scegliere e non è sempre facile decidere quale potrebbe stare meglio con il proprio stile d'arredo.

Uno dei materiali più utilizzati è sicuramente la pelle: quest'ultima infatti conferisce alla stanza un aspetto decisamente più elegante e raffinato. Oltre a ciò la pelle è anche un materiale molto resistente che tende a durare a lungo nel tempo.

Tuttavia bisogna prestare molta attenzione alla manutenzione: la pelle infatti deve essere trattata con prodotti specifici altrimenti potrebbe rovinarsi irrimediabilmente.

Chi ha un arredo in stile classico può scegliere rivestimenti in pelle dalle colorazioni neutre e basiche come ad esempio il bianco, l'avorio oppure il beige. Al contrario, chi ha uno stile moderno e contemporaneo nella propria camera può prediligere tonalità più scure come il nero, il grigio oppure il tortora.
 

Rivestimenti in ecopelle: perché sceglierli

Un altro materiale molto utilizzato per rivestire i letti della propria casa è senz'altro l'ecopelle. Quest'ultima si differenzia dalla pelle vera e propria per ciò che concerne la lavorazione: dal momento che l'ecopelle viene lavorata in modo diverso, la concia riesce a preservarne le caratteristiche evitandone la decomposizione.

Un tessuto in ecopelle quindi viene conciato in modo naturale nel rispetto dell'ambiente e dell'uomo. Dal punto di vista puramente estetico l'ecopelle presenta le stesse caratteristiche della pelle: essa infatti viene utilizzata per dare agli oggetti un aspetto più sofisticato e di classe.

L'ecopelle inoltre risulta molto morbida al tatto e tende a non rovinarsi con il passare del tempo. A differenza della pelle vera e propria è meno delicata ma è opportuno comunque trattarla con i prodotti adeguati per non rovinarla.
 

Rivestimenti in nappa o in velluto: eleganza e morbidezza

Anche la nappa o il velluto sono dei rivestimenti molto utilizzati negli ultimi tempi. Si tratta infatti di tessuti estremamente eleganti che al tempo stesso garantiscono comfort e morbidezza.

In genere i rivestimenti in velluto sono anche di ottima qualità ma possono avere un costo abbastanza alto e inaccessibile a tutte le tasche. Oltre a ciò bisogna fare attenzione anche all'usura: il velluto infatti tende a rovinarsi molto presto poiché è un materiale piuttosto delicato. Inoltre una volta macchiato potrebbe essere difficile da pulire.

Scegliere un rivestimento in velluto per il proprio letto è la soluzione ideale per chi ha una casa in stile classico e tradizionale. Questo materiale, infatti, contribuirà a rendere l'abitazione decisamente più di classe e conferirà un tocco di romanticismo all'ambiente. Per quanto concerne i colori, il velluto di colore rosso è sicuramente il più apprezzato ma è opportuno fare attenzione a non creare un effetto troppo confusionario.

Anche i rivestimenti in nappa sono perfetti per una casa classica ma possono anche essere utilizzati nelle abitazioni più moderne. Tale materiale infatti è una tipologia di pellame estremamente pregiato e per tale ragione è opportuno fare attenzione a non rovinarlo.
 

Rivestimenti in tessuto: la soluzione ideale per tutti gli stili

Il rivestimento in tessuto è probabilmente quello più utilizzato nella maggior parte delle abitazioni. Si tratta infatti di un materiale molto comune che si può trovare anche a un prezzo accessibile a tutti.

I rivestimenti in cotone inoltre non necessitano di particolari attenzioni e possono essere puliti con molta facilità se si sporcano. Pertanto questa è la soluzione ideale per chi ha dei bambini in casa oppure per chi vuole un rivestimento non troppo delicato.

Bisogna però fare attenzione ai liquidi: se il materiale entra in contatto con questa sostanza potrebbe essere difficile da trattare. Tuttavia la maggior parte dei rivestimenti in tessuto possono essere sfoderati e inseriti direttamente in lavatrice.

Bisogna inoltre tenere a mente che i rivestimenti in cotone possono essere utilizzati per qualsiasi stile d'arredo (classico, moderno, shabby chic, rustico e molti altri ancora) poiché si adattano bene a tutte le necessità.
 

Perché scegliere i rivestimenti in microfibra per il letto

Uno dei materiali che si sta diffondendo maggiormente negli ultimi tempi è senza dubbio la microfibra. Quest'ultima diversi anni fa non era molto utilizzata perché si preferiva adoperare altre tipologie di materiali.

Oggi la microfibra è diventata invece uno dei materiali preferiti, in particolar modo per i rivestimenti dei letti. Questa scelta viene determinata dal fatto che la microfibra è un materiale molto morbido e piacevole al tatto. Oltre a ciò conferisce maggiore luminosità all'ambiente e se scelto nei colori giusti può allargare anche la stanza otticamente.

Chi ha una camera di pochi metri quadrati dovrebbe scegliere tonalità molto chiare come ad esempio il bianco oppure i colori pastello come il rosa, l'azzurro o il giallo. In alternativa, si possono utilizzare anche nuance più vivaci e sature come il rosso, l'arancione o il verde.

La microfibra inoltre è un materiale estremamente resistente all'usura e al danneggiamento e per tale ragione è molto pratico da utilizzare soprattutto nelle casa in cui sono presenti dei bambini.
 

In conclusione

Rivestire un letto è dunque la soluzione ideale per chi non vuole acquistarne uno nuovo ma preferisce comunque dare un aspetto esteticamente più gradevole alla propria abitazione.

Naturalmente prima di scegliere il rivestimento è opportuno tenere in considerazione diversi fattori come:
 

  • la resistenza all'usura e alle macchie,
  • la qualità del materiale,
  • lo stile d'arredo della stanza,
  • la resa estetica,
  • il budget a disposizione e
  • i gusti personali.

Pertanto i criteri di valutazione non devono essere puramente legati a un fattore estetico ma devono tenere conto anche della praticità e della funzionalità. I rivestimenti per il letto possono conferire alla stanza un aspetto più gradevole e accogliente e dare un tocco di modernità al letto.



Letti Imbottiti su Misura


  


Consigli per arredare la Camera da Letto: Rivestire un Letto: quale materiale scegliere Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in pelle Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in ecopelle Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in velluto Consigli per arredare la Camera da Letto: letto in microfibra
Chiedi informazioni su Rivestire un Letto: quale materiale scegliere
Nome
Telefono
Email
Acconsento al trattamento dei miei dati secondo l'informativa sulla privacy